Rangnick, tutto fatto con il Milan? “No”. Per ora…

Ralf Rangnick, 62 anni. Epa

Il pragmatico allenatore – intervistato in Germania – non smentisce la trattativa, ma manca ancora l’ufficialità. Così lascia modo ai rossoneri di pensare al presente, mentre lui e Gazidis si concentrano sul futuro

Il presente è positivo, il futuro deve essere roseo. Ma non lo si riesce ancora a scrutare bene. In casa Milan sono giorni importanti, nei quali la squadra sta ottenendo ottimi risultati (nell’ultima settimana ha battuto Juventus e Lazio, le prime due della classe), e nei quali la società sta definendo il futuro. L’intenzione è quella di affidarsi a Ralf Rangnick, il “Professor” del calcio tedesco. L’uomo che ha reso grandi Hoffenheim prima e Lipsia poi, portando lo Schalke fino alla semifinale di Champions League (miglior risultato nella storia del club nella massima competizione europea).

L’amministratore delegato del Milan Gazidis ha intenzione di legarlo al club rossonero per tre stagioni, nel ruolo di allenatore e dirigente (direttore tecnico). Non un caso che ieri Maldini, Pioli e Ibrahimovic siano stati piuttosto vaghi sul futuro. Prima si aspetta l’ufficialità dell’arrivo di Rangnick, poi, di conseguenza, si muoveranno le altre pedine.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

*

*
*